LA LINGUA PER NARRARE L´ASSURDO Una guida alla lingua di Se questo è un uomo di Primo Levi

Anna Basevi

Resumo


Se questo è un uomo di Primo Levi presenta spunti linguistici e letterari a partire proprio dalla lingua che usa, le scelte di costruzione del testo, i riferimenti letterari. La scelta dei soggetti imprime un significato speciale a un´autobiografia che vuole essere soprattutto testimonianza di una vicenda – quella dei campi di sterminio nazista - collettiva prima che personale. L´uso del presente come tempo della narrazione alternato al passatorafforza quest´obiettivo, evitando ogni effetto di finzione ma anche trasmettendo e raccontando il tempo fermo, dolorosamente immutabile e privo di speranze dei prigionieri.  Il dialogo serrato con la Commedia di Dante introduce elementi di forte intertestualità che forniscono allo scrittore la possibilità di  rappresentare un mondo dominato dall´assurdità e di difficile descrizione e comprensione. Con questi esempi estratti direttamente dal testo, si vuole pertanto offrire agli studenti di letteratura italiana una guida e uno stimolo allo studio di  aspetti linguistici e stilistici di una delle principali opere di testimonianza italiane e mondiali del XX secolo.


Texto completo:

PDF


Licença Creative Commons
A Revista Italiano UERJ está licenciada com uma Licença Creative Commons Atribuição-NãoComercial 4.0 Internacional.


Universidade do Estado do Rio de Janeiro

Instituto de Letras


Rua São Francisco Xavier, 524, 11° andar, CEP 20559-900, Maracanã, Rio de Janeiro-RJ, Brasil
E-mail: revistaitalianouerj@gmail.com